Infezione da Rotavirus

L’infezione da rotavirus è responsabile dell’insorgenze di sindromi diarroiche, in grado di provocare un elevato tasso di mortalità nei Paesi in via di sviluppo. Uno studio del 2006 condotto dall’Istituto Gaslini, ha evidenziato una correlazione tra infezione da rotavirus ed insorgenza di celiachia.

Causa: Rotavirus trasmesso attraverso la via fecale-orale direttamente da persona a persona o indirettamente attraverso acqua o cibo.

Sintomi: gastroenterite acuta con diarrea acquosa, vomito e febbre che può determinare disidratazione specie negli infanti.

Distribuzione geografica: l’infezione è diffusa in tutto il mondo. Nei Paesi a clima temperato la malattia ha un picco durante i mesi freddi mentre in quelli a clima tropicale è ugualmente presente tutto l’anno. La maggior parte dei bambini negli USA hanno subito almeno un’infezione già a due anni di vita. Le reinfezioni sono possibili ma associate a forme oligo o asintomatiche. I decessi correlati a tale infezione sono concentrati nei Paesi in via di sviluppo.

Rischio per i viaggiatori: gli adulti hanno scarso rischio per la presenza di immunità naturale a seguito di ripetute esposizioni. I bambini di età < 5 anni sono a maggior rischio.

Misure preventive: Profilassi delle infezioni trasmesse attraverso cibo e acqua.

Due vaccini a virus vivo sono attualmente in commercio in tutto il Mondo e il WHO ne raccomanda l’inserimento nei programmi vaccinali mondiali, particolarmente nelle regioni ad alta endemia. Non vi è una raccomandazione specifica di vaccinazione per i viaggiatori.

Rotavirus

La contraccezione e…