Breve storia della contraccezione

 

La necessità di proteggersi da gravidanze indesiderate è antica quanto il mondo. Dagli antichi Egizi a Casanova, passando per lo sterco di coccodrillo e la coca cola, partiamo per un viaggio attraverso i continenti e i secoli, alla scoperta dei più strani metodi anticoncezionali mai pensati dall’uomo (e dalla donna). I risultati? Beh, oggi siamo 7 miliardi…

1 Per le donne della Grecia antica, accovacciarsi e starnutire dopo i rapporti sessuali era un valido modo per impedire una gravidanza. Chissà se i partner si chiedevano quale forma di allergia avesse colpito le loro compagne.
2 Le donne della Roma antica indossavano sacchetti pieni di sterco di lepre per tenere lontana la gravidanza. Più probabilmente era un infallibile sistema per tenere lontani i partner, che scappavano infatti come lepri.
3 Gli Egiziani avevano studiato un sistema di barriera formato da una pallina composta di sterco di coccodrillo impastato con il miele. Al di là della scarsa piacevolezza dell’intruglio, immaginiamo che non fosse semplicissimo e neanche del tutto sicuro procurarsi il primo elemento.
4 Nel Medioevo i testicoli di castoro, di gatto o di donnola, imbevuti di alcol, venivano inseriti in un sacchetto e appesi ai vestiti dell’uomo. Anche in questo caso ci si chiede se ad avere il maggiore effetto non fosse proprio l’odore sgradevole emanato.
5 In Canada nel sedicesimo secolo era comune servire da bere alla partner un superalcolico molto simile al whisky, fermentato con testicoli di castoro essiccati. Probabilmente le ragazze erano così ubriache da addormentarsi ai preliminari.
6 Nella Cina antica, invece, l’aperitivo era di tutt’altra natura. Le povere ragazze venivano infatti convinte a bere un bicchierino di mercurio. Sì, proprio l’elemento chimico, che probabilmente impediva le nascite, ma sicuramente favoriva le morti!
7 Nel Rinascimento, il ditale non era usato solo dalle sarte. Di ferro, ma anche d’oro o d’argento veniva inserito nella vagina per bloccare gravidanze indesiderate. Erano però più indesiderati gli effetti: un pessimo odore intimo e soprattutto infezioni provocate dal metallo arrugginito.
8 A Birmingham è stato ritrovato l’antesignano del nostro preservativo, datato 1640, benché si sappia che la sua origine si perde nella notte dei tempi. In tutto simile all’attuale, era però ricavato non dal lattice, ma dalle budella di vari animali e, prima dell’utilizzo, era necessario ammorbidirlo nel latte. Non sorprende che l’inventore si sia ispirato alle tecniche di insaccamento delle salsicce.
9 A Sumatra invece era tradizione utilizzare una specie di diaframma ricavato nientemeno che dall’oppio. I batuffoli appiccicosi prodotti dalla pianta e inseriti nella vagina probabilmente non sortivano l’effetto voluto, ma sicuramente contribuivano a rapporti stupefacenti!
10 Nell’Europa del 500-600, i limoni non venivano utilizzati solo in cucina. Divisi a metà e introdotti nella vagina, venivano considerate barriere efficaci, anche per la supposta azione spermicida del succo. Persino Casanova ne parla nei suoi libri, anche se tralascia i possibili effetti di acidità sulle sue partner.
11 In varie parti del mondo, e in varie epoche, si credeva che bere l’acqua del crogiolo del fabbro fosse un ottimo sistema anticoncezionale. Pare che in effetti fosse vero, dal momento che la malcapitata poteva incorrere non solo a danni neurologici permanenti, ma anche alla morte.
12 Tra gli ebrei era tradizione introdurre spugne marine all’interno della vagina subito dopo il rapporto, per assorbire lo sperma ed evitare la gravidanza. Il metodo è risultato fallimentare, ma l’igiene intima ne ha sicuramente giovato.
13 Negli ultimi anni si è diffusa la leggenda metropolitana che una lavanda vaginale con la coca cola subito dopo il rapporto potesse scongiurare una gravidanza. A parte problemi non da poco legati al potere corrosivo di tale bevanda, sembra che i bambini nati con questo metodo abbiano sviluppato una dipendenza precoce dalle bollicine.
 

Vi sembrano strani, inefficaci e superati? Pensate che nel 2012 ci sono ancora coppie che credono all’efficacia del coito interrotto, peccato che sia il metodo più utilizzato, ma anche quello più inefficace…

La contraccezione e…