Contraccezione e ciclo

Non tutti i contraccettivi sono uguali. Differenti metodi esercitano il loro effetto contraccettivo durante differenti fasi del ciclo mestruale. Per questo motivo alcuni metodi possono causare un cambiamento del ciclo mestruale mentre con altri metodi non succede.

Se sei soggetta a sanguinamenti pesanti o prolungati, o hai qualche altra preoccupazione, parlane con il tuo medico.

La pillola contraccettiva orale combinata, il cerotto settimanale e l’anello mensile contengono due tipi di ormoni – l’estrogeno ed il progestinico – mentre la pillola senza estrogeno, l’impianto sottocutaneo triennale e la IUS (spirale medicata) contengono solo il progestinico.

Nelle donne che utilizzano i metodi combinati (pillola, cerotto e anello) l’endometrio mantiene caratteristiche simili a quello che avrebbe in un normale ciclo mestruale, ma più sottile. In queste donne l’endometrio è generalmente stabile e comincia a sfaldarsi quando si interrompe l’assunzione di ormoni, ovvero quando l’anello viene rimosso, o si toglie il cerotto o si interrompe l’assunzione della pillola.

Se si utilizza un contraccettivo solo con il progestinico, la continua esposizione al progestinico previene il susseguirsi di ispessimenti e sfaldamenti dell’endometrio. L’assunzione costante di un contraccettivo solo progestinico rende l’endometrio molto più sottile rispetto al normale ciclo mestruale o con l’assunzione della pillola contraccettiva combinata. In alcune donne questo endometrio più sottile è stabile e anziché avere una vera e propria mestruazione si può presentare solo un po’ di spotting (modeste, perdite di sangue uterino di colore in genere scuro che s’interpone generalmente tra due mestruazioni) o amenorrea. In altre donne l’endometrio risulta più fragile e i sanguinamenti possono essere frequenti o imprevedibili.

La contraccezione e…