Che tipo di contraccezione
dopo il parto?

Molti dubbi persistono sul tipo di contraccezione migliore da utilizzare dopo il parto, molte donne, infatti, non sanno che si può rimanere incinta anche dopo soli due mesi dall’aver partorito. La credenza più diffusa è quella che ritiene il periodo di allattamento e la mancanza di mestruazioni due contraccettivi naturali. Nella realtà, durante il puerperio, quel periodo che corrisponde a 4/6 settimane durante le quali l’organismo rimette in pristino tutte quelle funzioni che durante la gravidanza si erano interrotte, le probabilità di rimanere di nuovo incinta sono concrete. Questo avviene perché anche prima del ritorno delle mestruazioni ci può essere un periodo di ovulazione e a seguito di un rapporto non protetto si può dare l’avvio a una nuova gravidanza. La scelta del tipo di contraccezione da usare dopo il parto diventa fondamentale se una seconda gravidanza così a ridosso della prima è una scelta gravosa. Se si è nel periodo dell’allattamento la contraccezione orale solo progestinico è preferibile.

La contraccezione senza estrogeni per il dopo parto è consigliata per tale condizione, perché non pericolosa, quando prescritta dal proprio ginecologo, né per la mamma né per il bambino.

La contraccezione e…