La cellulite e la contraccezione: dubbi da sfatare

cellulite_contraccezione

La contraccezione causa la cellulite? È una delle domande che si pongono tutte le ragazze che devono assumere per la prima volta un contraccettivo e che temono l’effetto buccia d’arancia. Secondo i dati di alcune ricerche il 30% delle ragazze italiane non usa alcun tipo di contraccettivo, il 24% utilizza il coito interrotto e solo un piccolo 7% considera il sesso non protetto come un comportamento a rischio. Le giovani sotto i 25 anni hanno così timore dell’aumento di peso (il 47% di loro è a dieta) e della cellulite da preferire i metodi naturali, che però sono poco efficaci.

Timori in gran parte giustificati quando i sistemi contraccettivi contenevano elevati livelli di ormoni. Ma i contraccettivi di nuova generazione presentano dosaggi di estrogeni più bassi, che riducono il rischio di prendere peso e di andare incontro ad altri effetti indesiderati. I metodi contraccettivi che rientrano in questa categoria sono le pillole a basso livello di estrogeno e l’anello vaginale, che è il metodo a più basso contenuto di estrogeni tra tutti i metodi estroprogestinici.

Consulta sempre il tuo ginecologo per scegliere il metodo contraccettivo più adatto a te. Per prevenire la ritenzione idrica, altro effetto molto temuto, mantieni uno stile di vita sano: pratica attività fisica regolarmente, segui un regime alimentare corretto (tanta frutta, verdura, pesce, olio di oliva, da evitare grassi, fritti e bibite gassate), bevi almeno un litro d’acqua al giorno ed evita pantaloni troppo stretti che bloccano la circolazione.

Oggi non ci sono più ragioni per le quali il timore della cellulite debba essere un ostacolo all’uso corretto della contraccezione.

La contraccezione e…